Appello con cappello

La patria è divisa…

Divisa in province. Divisa in chi va a Escort e in Escort.

I politici litigano, poi s’ammiccano, poi litigano e poi… E poi, meglio non dirlo.

Tra partiti che nascono, altri che muoiono (morti marroni) la confusione è costante.

Tra conferenze stampa di petti impettiti e erezioni d’ascolti…

Tra tutto ciò il popolo spopola in disillusioni.

C’è chi canta e chi balla il “bunga bunga” e il popolo si lamenta e per protesta guarda il grande fratello.

E poi manda il figlio capoclasse a zoccole!

Siamo ipocriti si chiede qualcuno? Vorrei sentire la risposta.

Forse, oramai siamo un popolo di artisti di strada, che si ruba a vicenda gli “sketch” e che imita i peggiori, perchè i peggiori, come si sa, riscuotono sempre più successo.

Insomma tra questo e quello siamo lì, sul ciglio della strada…

Un: “Appello con cappello”. Eiaculazione Apparente!