La Patata dal bollino blu

Sta arrivando la “Patata dal bollino blu”.

Già perché se…

Riviste di gossip ci propinano sempre più corpi rivisti al “Photoshop”, rivisti con una chirurgia molto low-cost, allora è giunto il momento della rivoluzione da bollino…

Tu mi ritocchi “ilculo-letette-lecosce” e allora via di bollino segnalatore…

E se la ciccia bollata ha subito modificazioni al silicone?

Allora oltre al bollino anche la sigla: “Ogs… Organismo geneticamente siliconato”.

E allora ecco buchi di cellulite segnalati come buche in autostrada… “IO SONO QUI”

Sarebbe bello eccedere e conoscere la profondità di codesti buchi.

Oppure inserire giochi come… Collega i buchi della Marini e scopri la figura!

O ancora come si faceva da bimbi… Guardare i buchi, anziché le nuvole e scoprire a cosa assomigliano…

Guarda una salsiccia, una pecora, noo… Un traghetto!

E ancora…

Seni cadenti e tristi rivitalizzati a colpi di: “Tetta alzati e cammina”, smascherati senza se e senza ma.

Insomma dove il mouse cancella il bollino riporterà alla luce.

Perché l’ignaro lettore sappia… Quel culo è cadente, anche lui sente la forza gravità!

Quel seno e quelle cosce non sono marmoree, ma umane e imperfette.

E così la prossima estate, spaparanzati sullo sdraio adiacente al mare da bandiera blu, i lettori di riviste patinate non si rigireranno più lamentosi osservando le misteriose diversità tra la compagna e la dea ritratta sulla rivista… Anzi…

Tra bandiera blu e bollino blu si gongoleranno e volendo potranno ritagliare i bollini per appiccicarli sulle imperfezioni della sua lei…

Se basteranno quelli di una rivista sola…

Basteranno?

Pubblicità…

Dispenso maretta

Dispenso un po’ di maretta…

Dunque… Il sole c’è e si avvicinano giornate da bollino nero, nel frattempo Silvio ha espulso Gianfry che se la sta già facendo con Pierferdy… Nuova coppia di fatto.

E io? 1, 10, 100, 100000 o giù di lì come diceva un certo “vate”.

Io sto recuperando aria da vecchi tempi, tra serate saltate, scribacchiate qua e là e la prossimità di una nuova partecipazione ad un Festival di Cabaret…

Ohh… Parapà, parapà… Squillo di tromba O tromba la squillo, come direbbe il politico di turno.

In realtà si era detto basta, dopo averne viste troppe, ma si sa prima o poi ci si ricade sempre…

Poi questo è uno serio, uno importante, presentato da un che… Uno che…

Insomma il 7 agosto sarò di nuovo in scena a sbranarmi con altri a suon di battute e gag o gags… Boh?!?

Della serie… Avanti il prossimo.

Sarà la solita abbuffata da risata grassa o un’incredibile ritrovamento di area incontaminata dedita alla risata celebral-sottile? Risposta come sopra

La tentazione è forte… E allora ecco maghi comici, coppie stile talent show, monologhisti che spulciano qua e la battute sentite e chi più ne ha più ne metta… Come direbbe Cicciolina!

Vorrei ma non posso, mi dice guardandomi uno dei miei monologhi di teatro ironico…

Mi sussurra di voltare pagina e ripassare altro, mi invita a creare un minestrone di battute “no-sense“.

Che fare? La notte porterà consiglio. Avrei preferito una bella bionda, ma va bene lo stesso!

Perciò buonanotte!

Ci vedremo il 7 agosto… Tra maghi comici, coppie stile talent show, monologhisti che spulciano qua e la battute sentite e chi più ne ha più ne metta… Ma mon diciamolo troppo in giro.