Escort low cost – TROMBAT NETWORK

Ultimamente, leggendo i giornali mi sono trovato, come credo tutti risucchiato in questa bufera mediatica da festini, escort e roba varia. Lo scandalo è sulla bocca di tutti…

Del resto è risaputo tira più un pelo di vacca che un carro di buoi… imbottiti d’anfetamina.

Che poi mi sono sempre chiesto: “Ma se questa cosa del pelo… che tira è vera… ma se una ce l’ha rasata?”. Tira lo stesso? E soprattutto con cosa tira?

E allora io dico: “Il Lupo perderà il pelo, ma non il vizio… Ma anche le vacche non scherzano!”.

Comunque a parte le divagazioni…

E così l’altro dì riflettendo mi sono detto: “Ma visto l’andazzo, vista la crisi, vista la mancanza di lavoro, ma soprattutto vista la richiesta crescente… Perché non aprire una bella Fashion Agency che tratta solo escort e gigolò?”. Tipo quella di Lele Mora, però… low cost! A basso costo.

Pensateci eh…

In pratica un’agenzia che offre escort e gigolò al 50% di sconto.

Eh sì, perché così, in questo modo si prendono due piccioni con una fava…

“Come disse Ruby a Berlusconi e Fede”

Dunque…

Primo si da lavoro a molti disoccupati. Dicono che ci vuole flessibilità! Più di così.

Tutto regolare eh…

Un bel contratto che prevede anche gli ammortizzatori sociali…

Materasso e cuscino!

Secondo si soddisfa un fabbisogno nazionale che è in enorme crescita!

Del resto l’Italia sono anni che va a puttane, i cittadini prima o poi si dovevano adeguare.

Pensate che…

Avrei già anche il nome dell’agenzia. La B&B Management.

Che B&B non sta per Bed&Breakfast, ma per Bed&Bunga!

Anche perché, pensandoci… Non ci vorrebbe molto.

Basterebbe creare un bel sito internet.

Tipo Facebook, però anziché essere un “Social Network”, farei un “Trombat Network”.

Immaginatevelo. Entri nel sito, chiaramente, nella home page una bella foto di Arcore…

In alto la sezione escort, quella gigolò, e un listino prezzi.

Così cerchi quello che vuoi e quando lo hai trovato clicchi: “Aggiungi al carrello”; e procedi alla trombata. Eh…

Lo confesso. Mi immagino già anche una bella applicazione per Iphone.

La trombata in un touch!

Chiaramente, essendo a basso costo ci sarebbero delle piccole rinunce da fare.

Roba di poco conto.

Tipo, io mi sono fatto qualche appunto:

  • La prestazione può avvenire in piedi, sul tavolo o al massimo sul divano. Anche sulla lavatrice, ma spenta. Se la si vuole in centrifuga si pagano a parte detersivo, ammorbidente e corrente elettrice. Sul letto costa di più. Dopo c’è il letto da rifare…
  • Il preservativo è compreso, ma solo quello Flash Gordon, quello classico costa il 10% in più, mentre quello Poste Italiane “ritardante” il 25% in più.
  • Il rapporto e senza audio. Eventuali vagiti o godimenti si pagano a parte. Si può scegliere tra: Ahh, ahh; oppure Ohh, Ohh, ma anche Sìì, sììì, sììì. Tutti comprensivi, chiaramente, del segnale: Vengo, vengo vengo!
  • La prestazione chiaramente è a tempo, i primi cinque minuti sono compresi, dopo si pagano 12 centesimi a botta.
  • L’eventuale uso della doccia o del bidet, non sono compresi nel prezzo, sono optional che si pagano a parte! Al massimo si può usare la fontanella in cortile.
  • Infine dopo il rapporto si deve liberare velocemente la stanza e prima di uscire si deve saldare il conto. Accettata solo la carta di credito, una bella strisciata, inutile dire dove.

Insomma un’oasi felice ove poter soddisfare i propri istinti al 50% di sconto.

Sesso low cost. Sesso a basso costo, per le tasche di tutti…

Anche se, a dirla tutta, molti ultimamente sono rimasti in mutande.

Meglio così si risparmia tempo nel svestirsi.

Inoltre, visti i tempi, si potrebbe prevedere anche alla possibilità di prevedere ulteriori sconti o offerte. Della serie le grandi promozioni del sesso low cost…

Per esempio, come nei viaggi low cost, anche qui la soluzione roulette, si risparmia fino al 75%, ma in questo modo però la escort o il gigolò ti capita a caso.

La chiamerei, la formula: “Ndo cojo cojo!”.

Altra offerta stile viaggi low cost è la: “Trombata last second”.Sconto del 15% se sostituisci un rinunciatario.

Dopodiché l’immancabile: “Sconto comitiva”.

In questo caso mi immagino la fila stile banco degli affettati… Serviamo il numero 12.

Ma non fantastico solo offerte speciali che prendono spunto dal settore vacanze, no.

Fantastico tanto altro, ancora, come…

La fidelity card o meglio la:”Fidelity Tromb”.

Un po’ come per il kebab, ogni dieci trombate una è gratis.

Poi non potrebbe mancare l’offerta con ulteriore sconto del 25% per chi va con gli gigolò che soffrono di eiaculazione precoce. Questa la chiamerei la formula: “Scatto alla penetrazione”.

Inoltre di tanto in tanto non potrebbe mancare la: “Settimana del sotto costo”.

Sì come nei supermercati anche nel sesso la: “Settimana del sotto costo, la settimana del fuori tutto!”. O meglio… visto il settore del: “Dentro tutto!”.

Infine, immancabile mi immagino la formula in abbonamento.

Se ti abboni per un anno trombi gratis fino a Natale, ma in HD.

Che dire, vado a darmi da fare…

Marco Mengoli

 

GUARDA POST CORRELATI:

Una Vita low cost

Vignette Costume

Soldi

MagnaccioSatirico

Annunci

Riflessione da “periodo nero”

Eh… questo è un periodo nero.

E gli americani come solito lo hanno capito prima di tutti… E hanno eletto Obama!

Battute a parte… Guardate solo l’Italia.

Scandali, processi… Pensate al processo Ruby.

Al processo RUBY sarà show… in aula Clooney, Belen, Canalis, Apicella e C.Ronaldo. Per condurlo sarà resuscitato M.Bongiorno. A propostio del caso Ruby, la Minetti ha detto chiaramente che dimostrerà quello che vale. Mi sembra giusto, perciò attendiamo la “prova costume”.

Ma questo non è l’unico processo che vede la partecipazione del Premier, vi è anche il processo Mediatrade. Processi in cui Berlusconi era presente in aula e ha detto: ”E’ andata bene, ma io sono il più imputato”. Forse voleva dire: “Impunito!?!”.

Comunque… Continuando, non so se lo sapete, ma hanno approvato l’emendamento che riduce i tempi per la prescrizione del processo breve. Ora scatterà dopo i primi 15 minuti di intercettazione. Bisogna dire che Alfano ce la sta mettendo tutta, ultimamente ha addirittura dichiarato: “Ci sara‘ parita’ tra accusa e difesa”. Sì. Poi tutti ai calci di rigore.

Ma la cosa più triste è che neppure in un momento così Governo e Opposizione riescono a dialogare.

Il governo ha fatto il suo rimpasto… Romano all’Agricoltura. Galan ai Beni Culturali, Lele Mora continuerà a fare il Maitresse. Questo perchè Bondi si è dimesso. Gianni Letta, sulle sue dimissioni è stato chiaro: “Bondi si e’ dimesso da ministro con lettera nobilissima”. L’ho sempre detto, la carta igienica ha sempre avuto un “che” di nobile. Diciamo però che nonostante tutto il Governo qualcosa lo sta provando a fare…

Le Pari opportunita’…

Anche se la Carfagna, ha detto che dalle donne della sinistra sono arrivati solo insulti. Noi invece siamo il governo del fare… O meglio: del dire, fare, baciare e bunga bunga!

Del resto nonostante gli scandali il Governo Berlusconi cresce nei consensi.

Lo ha detto Silvio stesso, il mio partito è al 30.6… Presto supererò Rocco Siffredi.

E poi c’è l’Opposizione… L’Opposizione… Cosa vuoi dire… Sinceramente mi hanno colpito due affermazioni.

La prima di Bersani… Ha detto: “Berlusconi vuole cavarsela ma noi lo inchioderemo”.

Sì… Casomai ad un crocefisso.

La seconda è stata di Roby Bindi. Che ha dichiarato: “Ho avuto un fidanzato, piaceva tanto a mia nonna”. Un’altra impresa di Garibaldi scoperta solo ora!

Ma, anche nel mondo bisogna dire che le cose non vanno meglio però… Mi viene da pensare al Giappone, il terremoto, la centrale di Fukushima. Tra l’altro continua l’allarme a Fukushima, perdite radioattive in mare. Il premier Giapponese Kan ha visitato le aree colpite e per tranquilizzare la popolazione ha fatto un bagno in mare . Poi se ne è andato via in volo con ali proprie. Ma ci sono anche le buone notizie, pensate che a più di tre settimane dallo tsunami è stato salvato un cane in mare. Indossava una tuta da astronauta e diceva di chiamarsi “Laika”. Ma anche nei momenti di difficoltà i giapponesi si distinguono…

Già perchè dopo il terremoto i parlamentari giapponesi si sono ridotti lo stipendio del 30%. Alla notizia i politici italiani si sono detti: “Speriamo non venga il terremoto!”.

Diciamo che la terra ora come ora è un po’ tartassata… E qui mi viene da pensare alla guerra in Libia.

Devo dire apprezzo l’ottimismo di Gheddafi, che ha lanciato la sfidai: “Vinceremo”. E’ l’unico nella Juve che crede ancora allo scudetto. Ma mi è piaciuta anche la dichiarazione giunta da Mosca: “Bloccata la vendita di armi a Tripoli”. No e perchè? Si stanno divertendo così tanto!?! Non c’è proprio più religione.

Purtroppo però la guerra non è solo in Libia, ma anche in altri paesi meno noti…

Per esempio, in Costa d’Avorio, è guerra civile. Lo ha denunciato della Croce Rossa: 800 morti in una sola cittadina. L’Onu e la Nato giustamente si sono subito interessate e hanno domandato: “Ma in Costa d’Avorio c’è il petrolio?”. E così causa i tumulti e le guerre, in Italia, lo sapete tutti stiamo vivendo momenti da esodo di migranti… E Gheddafi devo dire è stato chiaro su questo punto, ha detto: ”Se cado io in migliaia invaderanno l’Europa” . E dove è la novità?!? Comunque mi è piaciuto l’atteggiamento di Silvio…

Che è andato due volte a Lampedusa. Si dice fosse molto indeciso sul come andare… In elicottero, o camminando sulle acque?!? Comunque…

Del resto lo ha detto Berlusconi: “Accogliere è un dovere”. Bossi ha risposto: “Rimpatriare un piacere”.

La Sinistra invece è stata un po’ più vaga… Vendola per esempio ha detto, no a Gheddafi e no alla guerra. Sì alle orecchiette coi broccoli. Cazzo centra.

In ogni modo nonostante l’azione di Maroni… non so se lo sapete si è recato in Tunisia per fermare partenze. Ha portato con se reti e filo spinato… Gli sbarchi continuano e continueranno.

Del resto non so se lo sapete, Nina Moric ha lasciato l’Isola dei Famosi… A bordo delle sue labbra.

Giungerà a breve sulle coste italiane.

Per fortuna, nonostante tutti i problemi c’è sempre qualche bella notizia… Quali?

E’ stata resa nota la scaletta delle nozze reali di William e Kate: 75 minuti per la funzione religiosa, 15 di messaggi promozionali e infine 1 ora di musica con il concerto dei Sex Pistols!

Fortuna che ci sono ancora i Vip e i Reali che ci fanno stare felici, altro che gli operai che si lamentano sempre, che sono tristi e che protestano… Pensate, che a Roma addirittura hanno proiettato i Film sui muri. Sì, una ‘Guerriglia’ dei precari per una cultura a portata di tutti. Ma pensa te…

Che roba… Avete capito? Cioè adesso i precari vogliono anche il diritto alla cultura! Il diritto alla culrura?!?

Ma roba da matti…

Eh… è proprio vero, non c’è più religione, non ci sono più le mezze stagioni, ma anche i poveracci non sono più quelli d’una volta!

Marco Mengoli